Saggezza col cioccolato intorno

Ieri ho ricevuto un bacio. Ok, non era un bacio vero. Era un bacio perugina. Ok, vabè, non l’ho ricevuto, ce lo avevo a casa. Però vuoi mettere la differenza se dico che me l’hanno offerto. Già uno s’immagina tutta una vita privata, passionalità, romanticismo. E uno poi legge con tutto un altro spirito. Non come se dicessi che ero a casa da solo e rovistando tra i fondi degli sportelli, mi son trovato sto bacio e me lo sono sbafato. E’ tutta un’altra cosa, no?

Comunque ieri mi son fatto sto bacio. E potrà sembrare strano ma era da tanto che non ne mangiavo uno. Tanto per dire la vita sentimentale. Ed era così tanto tempo che, scartandolo, fremevo dalla curiosità di leggere la frase che c’era dentro.
Ché secondo me le migliori son sempre quelle firmate “anonimo”. Ché io a volte penso che le scrivono proprio quelli lì che li fanno, i cioccolatini. Magari gli viene in mente una bella frase e allora la scrivono e ci stampano “anonimo”. Ma t’immagini avere una tua frase dentro un bacio perugina! Certo, non c’è il tuo nome, però son sempre soddisfazioni.
Comunque, ieri dentro al bacio c’ho trovato una frase di Shakespeare.

“Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno”

Bella.
Allora, tanto per far quello che non si fida e che crede a pochi, l’ho cercata su Wikiquote. E l’ho trovata. Ma non c’era scritta la fonte. Tanto che m’è venuto in mente che forse anche quello che l’aveva scritta lì doveva averla letta su un bacio. Infatti ho pensato che anch’io mi sarei vergognato un po’ a scrivere tra le fonti “bacio perugina”. Meglio “senza fonte”.

Comunque io mi divertirei a scrivere le frasi per i cioccolatini. Ma mica le firmerei “anonimo”. A me piacerebbe metterci i nomi dei personaggi famosi, quelli veri.
Che tanto poi mica ti vengono a dire che non è vero, che la frase non è sua. E tu che ne sai? Sai mica tutto quello che ha detto Shakespeare in tutta la sua vita? Cioè, ne avrà dette di cazzate anche lui quando nessuno lo sentiva.

E poi lì ci sarebbe da sbizzarrirsi. E di idee ne avrei già un po’. Tipo…

“Ne ho le palle piene”, Gandhi.

Per esempio.

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

2 commenti

  • muzio mer 18 novembre 2009 23:13

    una mano lava l’altra.

  • premedito ven 20 novembre 2009 09:44

    e ci lascia lo zampino.

Rispondi