Donna moderna

festadonna

Questo è un rimaneggiamento di una vecchia vignetta che avevo vomitato tempo fa. Credo fosse per la festa della donna dell’anno scorso… cioè, non “la donna dell’anno scorso”… ma la festa era dell’anno scorso… o almeno credo…

Comunque era da un po’ che non prendevo in mano una matita… quindi abbiate pietà…

E non me ne vogliano le signore.

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someonePrint this page
Senza categoria

6 commenti

  • Valex dom 8 marzo 2009 20:20

    Eh, tu ci scherzi…

    (forseforse me la ricordo senza colore… in ogni caso spacca.)

    … seriamente, le qualità per impacchettare strisce non ti mancano (per fare la velina me sa de si però).

  • Valex dom 8 marzo 2009 20:21

    [the end..?]

    Voglio sperare di no, in senso lato…
    nell’altro lato, direi di sì ‘.’

  • premedito lun 9 marzo 2009 16:30

    A dire la verità mi vergognavo come un cane a linkare quella là (dell’era pre-tavoletta-grafica) e allora ho pensato di rifarla, e mentre c’ero ho pure cambiato il finale. Anche se lo spirito più o meno è sempre lo stesso.
    Comunque, questa è la prima “vigna” che pubblico qui. Ma ho la sensazione che non sarà l’ultima.

  • Cassandra lun 9 marzo 2009 20:34

    A ben pensarci… la bionda è proprio libera.

  • giarina mar 10 marzo 2009 08:43

    anch’io voglio fare la velina.
    o anche la carta crespa, se occorre.

  • premedito mar 10 marzo 2009 10:26

    @cassandra: liberissima di far quello che vuole… un po’ come quello con la casa in fiamme che prende il secchio d’acqua che ha in mano e se lo svuota in testa…
    @giarina: io preferirei la carta da imballaggio… quella con le palline che scoppiettano… ché quella almeno sta simpatica a tutti…

Rispondi