Teacher’s pet

Tempo fa ho letto che la NATO ha scelto l’Italia come luogo dove installare una base spia. Ora non ho capito di preciso cosa fa una base spia. Lo chiamano “Sistema di Vigilanza Terrestre”, boh…
Comunque la notizia veniva da un giornale spagnolo e diceva che Saragozza era stata scartata dalla NATO ed era stata scelta la base di Sigonella, in Sicilia (e chi se l’aspettava?). L’articolo diceva testualmente che “Saragozza non è stata scelta, tra altri motivi, perché il Governo centrale ha deciso, nell’ultima fase della competizione, di non fare pressioni alla Nato affinché venisse scelta Saragozza”.

Ecco, io ce li vedo proprio questi, seduti lì al palazzo di vetro a fare come con le interrogazioni a scuola: che quando si parlava di base spia, gli spagnoli stavano con la faccia sul libro sul banco, la mano sulla fronte, lo sguardo fisso in basso e le labbra che sussuravano chiaramente “non guardare qui… non guardare qui… ti prego, non guardare qui…”, e invece gli italiani a fianco, praticamente in piedi sulla sedia, la mano alzata urlando “io, professoressa!… io professoressa!! io !Io !IO! !IOOO!!”.

Non so voi… ma a me i leccaculo non sono mai andati a genio.

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

1 commento

  • Valex mar 24 febbraio 2009 20:18

    (mi viene da piangere)

Rispondi